Parco per nudisti aperto a Parigi. Chiuderà ad ottobre

Parco per nudisti al XII arrondissement di Parigi. L’esperimento, avviato il 31 agosto scorso per concludersi il 15 ottobre, consente ai patiti dell’abito adamitico l’accesso in una zona appositamente riservata all’interno del Bois de Vincennes

Parco per nudisti aperto a Parigi. Chiuderà ad ottobre

Parco per nudisti aperto a Parigi. Chiuderà ad ottobre

Voluta da Catherine Baratti-Elbaz, sindaca del XII arrondissement parigino, è stata inaugurata il 31 agosto una sezione del parco “Bois de Vincennes” riservata ai cittadini praticanti il nudismo. Una zona grande quanto un campo di calcio in cui camminare o stare in relax senza abiti non è taboo e la pratica del nudismo è legale. Scopo dell’iniziativa è un miglior inserimento nel paesaggio della città per vivere appieno il contatto con la natura.

Orari e regole

L’accesso all’area è consentito dalle 8 del mattino fino alle 19:30 ed esistono regole di condotta a tutela della nudità, garantita da un rigoroso servizio di vigilanza. Chi vuol stare in tenuta adamitica deve farlo in tranquillità negli spazi consentiti.

E chi invece nudista non è?

I ‘textiles’ cioè coloro che non rinunciano a maglia, pantaloni e intimo hanno comunque accesso alla zona mentre guardoni ed esibizionisti non potranno oltrepassare il cartello “State entrando in uno spazio in cui la pratica del nudismo è autorizzata” che delimita l’accesso.

Tutti contenti dunque?

Non proprio tutti. Lo sono i componenti dell’Associazione francese dei nudisti che finora potevano vedersi solo 3 volte settimanali, e in orari fissi, presso una piscina pubblica dove nuotare e fare ginnastica senza costrizioni. Come sempre succede, non sono mancate le polemiche di coloro che contestano presunte privatizzazioni del parco. La sindaca, però, ha replicato che lo spazio concesso ai nudisti è solo 1 millesimo della superficie totale del polmone verde. Chi non gradisce, pertanto, può andare altrove.
Ma Parigi non è la sola ad ospitare zone verdi per nudisti
Parchi simili sono una realtà consolidata anche a Berlino, Monaco e Stoccolma. In Germania, ad esempio, la scritta “Fkk” (che sta per Freikörperkultur, cultura del corpo libero), autorizza a spogliarsi in apposite aree verdi.

Donna Nuda a Gambe Aperte Sui Tetti di Londra: è arte! 💥

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*