Prosdocimi al circo – Breve Racconto Comico

PROSDOCIMI AL CIRCO

Prosdocimi va al Circo e alla vista di elefanti e leoni scatena l’inferno. Buon divertimento 🙂      

Prosdocimi al circo 1     “Prosdy, ora mi vesto così andiamo al circo” mi dice la padrona mentre si prepara e si veste… no, anzi, si sveste: toglie gonna, maglia e sottana finché non rimane in costume adamitico, e lascia addosso stivali, cappello e cappotto. Rinuncio a capire cosa le frulli per la testa, tanto chi la capisce?

               “Sono pronta. Vieni Prosdy, che ti metto il vestitino nuovo”, e mi infila un ridicolo corpetto con gonnellino, tripudio di paillettes colorate e zip sotto la pancia. E questo lo chiama “vestitino”? Sembro un albero di Natale caduto in disgrazia, maledizione!

            “Come sei bella, amore, ti voglio bene”. Io invece ti odio, ma siccome sono solo una cagnolina, devo soprassedere col solito sorriso beota di circostanza 🙂

prosdocimi al circo 3

            Giunte sul posto ci accomodiamo nel teatro ampio e pieno di gente, attorniate da bambini assatanati con mamme indaffaratissime non tanto a controllare i figli quanto i mariti, distratti dalla pazza scatenata al mio fianco che alla vista di clown e trapezisti fa il diavolo a quattro, ma senza rinunciare ad ammiccare un po’ qua un po’ là.

            Di colpo ammutolisce e diventa scura in volto quando in pista arrivano gli elefanti che girano in fila indiana, comandati da un ridicolo ometto con la frusta. Poi è la volta dei leoni dentro la gabbia che saltano da uno sgabello all’altro, comandati da un domatore con la frusta. Una tristezza infinita irrompe nel cuore della padrona, che per la prima volta vedo arrossire.

Prosdocimi al circo           Quando infine vede tanti cagnolini acchittati come bambocci fare il numero del salto e doppio salto, l’indignazione la assale, e improvvisamente si alza in piedi, toglie stivali e cappello, grida qualcosa e sta lì lì per aprire il cappotto!

            Realizzo che devo assolutamente agire per evitare lo scandalo. Apro la zip del vestitino, abbandono corpetto e gonnellino e…  TA TA:

“Signore e signori eccomi a voi, nuda ed esposta al vostro cospetto! Musetto al cielo, pancino glabro e intimità esposte, m’immolo senza vergogna e fiera di boicottare lo spettacolo indecoroso di animali privati della loro dignità. Siamo animali, non marionette, perbacco!”

        2009-12-09-cirque_du_soleil_OVO_acrosport4[1]         La padrona a squarciagola lancia anatemi irripetibili mentre altri spettatori si uniscono alla protesta. A questo punto l’intera platea si solleva e la sommossa diventa generale, e al grido “No agli animali da circo” tutti battono mani e piedi, galvanizzati e divertiti.

              Finalmente lo spettacolo s’interrompe e gli spettatori lasciano gli spalti: ho guidato la rivoluzione contro gli animali da circo, sono GRANDE 🙂 🙂 🙂

      cirque1_[1]

            Già, ma adesso chi li evita i domatori che si avvicinano a noi, visibilmente infuriati e con l’aria di chi ha parecchie ingiurie da esternare?

  • Signora, a noi non ha pensato? Che fine faremo?”
  • “Niente paura – risponde lei – finirete tutti in camera mia. Niente leoni, elefanti o tigri ma prodezza fisica, agilità e acrobazie spettacolari, come al mitico Cirque du Soleil! Scommettete che ci divertiremo di più?

E chi ne dubita? E’ persino pronta per l’uso, eh eh 🙂

copertina e bookResta in compagnia dei miei racconti COMICI 🙂

Non perdere l’EBOOK delle AVVENTURE DI PROSDOCIMI, la raccolta dei racconti migliori più cinque esilaranti INEDITI. Clicca qui a solo 1.49 

Sul mio blog trovi tante CATEGORIE: TEST, NEWS, QUIZ, LA CUCINA DI ZIA LOLLY, CHAT, OROSCOPO e molto altro all’insegna del divertimento, e inoltre LE PILLOLE DELLA PADRONA, brevi racconti drammatico – noir. Clicca su quella che t’interessa di più e buon divertimento 🙂

Precedente Pasqua nel mondo: tradizioni gastronomiche e culinarie Successivo STREET ART - Super eroi all'attacco... o quasi!!

6 commenti su “Prosdocimi al circo – Breve Racconto Comico

    • tormenti il said:

      Già, e che dire delle “intimità esposte”? 🙂 🙂
      Grazie del messaggio, cara Michela! Crocchette e slappini a te!

I commenti sono chiusi.