ZIBALDONE DI PROSDOCIMI

Zibaldone di Prosdocimi

Benvenuto allo Zibaldone di oggi, dove ti propongo un delizioso raccontino dal titolo “Il sogno di Martina”, Detti e aforismi e infine la Posta. Buon divertimento ♠

RACCONTINO – Il sogno di Martina

    “Che muscoli, e che bicipiti” – pensava Martina fra sé e sé – “Per non parlare poi di quel tatuaggio: una rosa incastrata fra le manette. Sì, un mix di romanticismo e perversione, sentimento e sadismo… ed è pure single”.

      Lui era il macellaio del Supermercato che Martina frequentava sempre più assiduamente. Giacomo si chiamava, ed era il protagonista indiscusso delle sue fantasie notturne, mentre suo marito le russava a fianco.

        Erano mesi che Martina pensava a lui, la sua ossessione. Lo sognava tutte le notti, sopra di lei, mentre la accarezzava dopo averla imprigionata con le manette. E fantasticava, Martina, su cosa sarebbe successo dopo i dolci preliminari. Schiaffi forse, o morsi? Chissà quale perversione avrebbe animato quell’uomo, al punto da doverla incatenare prima!

       Ma da un po’ di tempo non si accontentava più, la dolce e pudica Martina, di pensare a lui solo la notte e di svegliarsi di soprassalto mentre con la mano si cercava sotto la camicia ricamata.

       No, ormai Giacomo lo accompagnava nei suoi pensieri anche durante il giorno, al punto da renderla pericolosamente sbadata e sempre più vulnerabile. Giorni prima era alla guida della sua auto e stava per investire un pedone; per non parlare della cena bruciata sul fuoco proprio la sera precedente. Ma non ci poteva fare niente: Giacomo era il suo pensiero fisso.

       Perdeva letteralmente il controllo mentre lo guardava preparare gli spiedini con quelle mani grandi. Il sangue saliva al cervello pensando a cosa avrebbero potuto farle quei muscoli scolpiti e come si sarebbero accaniti sul suo corpo.

       In quel momento era di fronte a lui e sognando ad occhi aperti scabrosità vergognose, abbassò lo sguardo e sussurrò “Due cotolette d’agnello, per favore”. La saliva in bocca si seccò e le vampate le accesero il volto quando Giacomo le porse il cartoccio con la carne, sfiorandole per un attimo la mano.

       Martina trattenne il fiato e non osò guardarlo in viso, terrorizzata all’idea che potesse leggerle le oscenità suggeritele da quel tocco involontario. Se ne vergognò al punto da allontanarsi da lì senza nemmeno salutare: voleva fuggire da lui e dalle intime perversioni che le aveva scatenato.

      La voce alle sue spalle la fece trasalire “Ehi, bella signora!”… un tuffo al cuore: era Giacomo e stava chiamando sicuramente lei. Sentì il rossore sul viso e il respiro bloccarsi. Le tremavano le gambe e nella tema di balbettare per l’agitazione, si girò verso il bancone senza dire una parola, limitandosi a un cenno con la testa.

    “Che fa? – chiese Giacomo – Dimentica lo scontrino?” e aggiunse  in tono canzonatorio “Prenda qui per favore, e veda di non scordarsi pure di pagare, ok?” 

Per altri imperdibili RACCONTINI, CLICCA QUI

DETTI E AFORISMI

L’autostrada è un luogo dove tutti pensano solo a correre come matti.

Ecco perché tua moglie preferisce accendere il fuoco sul Raccordo Anulare, dove ha più chances

Non costringerai a esistere ciò che non esiste. (Parmenide) 

Vallo a dire alla mia mamma: per lei non c’è qualcosa che non esiste, ma semmai qualcosa che non resiste!

È vero ma non ci credo, non è vero ma ci credo. 

E fai bene, visto che tua moglie se la spassa col pescivendolo, eh eh!

 

Le idee fisse sono come i crampi ai piedi. Il rimedio migliore è camminarci sopra. (Kierkegaard) 

No, il rimedio migliore è trasformarle in idee variabili

Scrivere mi ha salvato dal peccato e dal problema della violenza. (Alice Walker)

(Risponde la Padrona): Sono molto dispiaciuta per lei, signora. A me non ha fatto lo stesso effetto!

La licenza di matrimonio non dovrebbe essere vista come la licenza del marito di poter stuprare la propria moglie impunemente. (Sol Wachtler)

Sa invece cosa le dico? Che nel caso di mamma è l’esatto contrario

L’attimo fugge, che altro può fare un attimo?

Beh, se non è incravattato, può fermarsi in camera da letto con mamma e fuggire subito dopo

Del progresso fa parte anche la retromarcia. (Hellmut Walters)

E come la mettiamo allora con mamma, che di retromarcia non ne vuole sentir parlare, che è una troglodita? 

La buona compagnia e i buoni discorsi sono i veri tendini della virtù. (IWalton Izaak)

Mica vero! Guardi mamma: sempre in buona compagnia e ottima oratrice, eppure non sa neanche cosa sia la virtù

POSTA

 Cara Prosdocimi,

  Sono Allucinata, ti ricordi di me? Ti ho scritto tempo fa perché avevo le condivisioni bloccate sulla mia pagina Facebook. Ho scritto all’Ufficio Condivisioni di Palo Alto come mi hai consigliato, ma non ho ricevuto risposta e continuo ad avere le condivisioni bloccate. Cos’altro posso fare?

        Cara Allucinata,

         La soluzione è sotto i tuoi occhi: sulla tua pagina Facebook in alto a sinistra c’è un quadratino visualizzato 24 ore su 24 recante la scritta “Promuovi la tua pagina per 8 Euro al giorno”. Lo vedi? Brava: non ignorarlo. Mai più.

Bene, spero di esserti stata d’aiuto e ti mando tanti slappini e cotichelle. 

Bene, caro Prosdo amico, ci vediamo presto con i miei Zibaldoni e se vuoi continuare il divertimento, vieni a leggere “Prosdocimi alla Corte di Luigi XVI”, breve racconto umoristico, clicca qui e buona lettura ♣

Clicca qui per visitare la mia pagina Facebook: giochi, intrattenimento e foto ti aspettano

copertina e bookTi piacciono i racconti comici?

Non perderti l’EBOOK delle AVVENTURE DI PROSDOCIMI, la raccolta dei racconti migliori più cinque esilaranti INEDITI. Clicca qui a solo 1.99

Sul mio blog trovi tante CATEGORIE: TEST, NEWS, QUIZ, LA CUCINA DI ZIA LOLLY, CHAT, OROSCOPO e altro ancora all’insegna del divertimento, e inoltre LE PILLOLE DELLA PADRONA, brevi racconti noir. Clicca su quella che t’interessa di più e buon divertimento ♠

10 pensieri su “ZIBALDONE DI PROSDOCIMI

  1. per molti la licenza del matrimonio non significa poter stuprare legalmente la moglie, ma a trovarsi spesso un divieto di transito.. 😀 …
    Cosa fa il cane? sta cercando di capire da dove arriva quel profumino da uova… Pasqua è passata da un po’…. che siano marcite?

    • Caro Roberto, speriamo che il divieto di transito sia valido solo per i giorni di mercato, eh eh!!
      Quanto alle uova di Pasqua, sicuramente saranno marce… a meno che non fossero di cioccolato perché in tal caso sarebbero ancora commestibili!!
      Un abbraccio, slappini e cotichelle!!!

  2. Secondo me, il cane voleva verificare che il gatto avesse fatto una puzzetta… tutto qua. Slappini.

    • Ottima soluzione, Michela ma purtroppo… tardiva!!!
      Slappini e cotichelle a te… e continua a seguirmi!

  3. Invece, secondo me, il cagnolino ha scambiato la coda del gatto per una sigaretta elettronica e vuole verificarne la funzionalità.

    • Anche questa sarebbe una risposta più che meritevole di uno spazio nello Zibaldone, ma Giovanna ti ha battuto in velocità, carissimo Gabriele, mi dispiace!!!
      La prossima volta cerca di essere più tempestivo e continua a seguirmi, ok?
      Slappini e cotichelle a te!!!

  4. E perfettamente inutile che il gatto si tinga artificialmente delle macchie nere sul pelo bianco per confondere le idee: la coda è una extencion e il cane che è un diretto concorrente di quel cane (senza offesa) del suo parrucchiere, se ne è accorto benissimo!

    • Quindi, caro Re Fuso, secondo te il gatto ha una extencion al posto della coda? Uhm, idea simpatica che però non si confà a questa foto che è stata presa dal sito “animaliveri&verissimi.it”, dove gli artifici non sono previsti, mi dispiace!
      Tenta un’altra volta e continua a seguirmi, ok? Slappini e cotichelle a te!!

  5. Buongiorno Prosdocimi e buongiorno a tutti i prosdociniani!
    Questa volta Giovanna non vuole perdere l’occasione di aggiudicarsi il premio e tenta di rispondere per prima.
    La sua risposta è: il cagnolino ha perso l’ano e sta controllando che non sia stato il gatto a prenderglielo!

    Uh, Siur!!! Cosa mi tocca scrivere!

    Slappini e cotichelle a te

    • Evviva!!! Evviva!! E brava la nostra Giovanna che ha vinto il 1^ Premio del Prosdo – Quiz di oggi e che pertanto ha diritto a uno spazio tutto per sé nel prossimo Zibaldone, la cui pubblicazione è prevista intorno al 3 giugno.
      Cara Suor Daliso, avvisi Giovanna di preparare un intervento a suo piacere e di inviarmelo. Una volta superata l’eventuale censura, avrà l’onore di vederlo pubblicato nel mio blog!!
      Slappini e cotichelle a te, alla vincitrice in assoluto e a tutte le monachelle del convento da Prosdocimi!!

I commenti sono chiusi.