Le Avventure di Prosdocimi – 1^ Episodio

PROSDOCIMI E LA PADRONA LIBERTINA – breve racconto comico

1gennaiobannerracconti

Prosdocimi si presenta ai lettori e racconta della padrona svampita, libertina e coi polpacci da urlo

                 Salve, mi chiamo Prosdocimi e sono una cagnolina bianca con la testa nera, cinica, rinnegata, vergognosamente vorace e in perenne adorazione della padrona (o mamma in intimità). Ve la descrivo: occhi e capelli neri, svampita, piperina stralunata e frizzante, fisico asciutto e soprattutto con due polpacci da sballo. Come si fa a non adorarla?

               Il problema è che pur essendo sposata, dispensa allegramente le sue grazie a chiunque entri in casa con una valigetta: idraulico, elettricista o caldaista non fa differenza, l’importante è che non indossi la cravatta. Non ho capito se le odia o non vuole perdere tempo a snodarle.

Prosdocimi e la padrona libertina - racconto comico

Prosdocimi e la padrona libertina – racconto comico

               A visitare l’alcova di mamma stamane c’è l’antennista (quello che sistema le antenne sulla testa di babbo) e tutto sembra filare liscio quando a un tratto ho una percezione.

               Sapete quelle cose che si dicono sul sesto senso dei cani tipo prevedere la morte del padrone o sentire il terremoto prima degli umani? Ebbene, scordatevele perché sono un’immane baggianata.

       La mia infatti non è una percezione ma una realtà sinistra… anzi destra, poi sinistra e di nuovo destra: sono i passi del mio babbo che a occhio e croce passano già a metà scala.

                   Mi tocca inventare qualcosa seduta stante onde evitare il peggio per mamma e per me, che sono la sua ombra adorante nella buona e nella cattiva sorte.

                           In cerca d’ispirazione salto giù dal divano e trovando la porta aperta violo la “regola n.1: mai entrare in camera”. Una volta dentro cerco di attirare l’attenzione di mamma con una pesante e rumorosa scrollata, vietatissima dalla “regola n.2: mai lasciare peli sul parquet”… macché, nessuna reazione se non piccoli gemiti che sembrano affatto di disapprovazione.     

                    A un certo punto noto un polpaccio pelosissimo e tutt’altro che scolpito. Non è certo quello da urlo di mamma che agogno dalla mattina alla sera e che riconoscerei tra mille!       Le Avventure di Prosdocimi - racconti comici

                      Così faccio l’unica cosa possibile per salvarla da un divorzio con addebito: affondo con forza i canini nelle carni irsute estranee e aspetto la reazione. Beh, lui va su tutte le furie mentre mamma svegliatasi dal fedifrago torpore, si accorge che l’adorato maritino sta per rientrare.

                   Con la doverosa celerità dettata dall’emergenza si risistema alla meno peggio, spedisce l’antennista sanguinante sul tetto, consegna le chiavi dell’ufficio a babbo che le aveva dimenticate e mi da una enorme e gratificante ciotola di crocchette e cotiche.

                         Come si dice: tutto è bene quel che finisce bene, e babbo chiude la porta, eh eh!

Ehi, psss…

Non perderti l’EBOOK delle AVVENTURE DI PROSDOCIMI, la raccolta dei migliori racconti comici più 5 esilaranti INEDITI, tra cui l’ultimo, imperdibile episodio “PROSDOCIMI E IL SOFT AIR”. CLICCA QUI a solo 1.99!

Sul blog trovi tante CATEGORIE: TEST, SIPARIETTI, copertina e bookQUIZ, LA CUCINA DI ZIA LOLLY, CHAT, OROSCOPO e molto altro all’insegna del divertimento, e inoltre LE PILLOLE DELLA PADRONA, brevi racconti noir Clicca su quella che t’interessa di più e buon divertimento ♠

Clicca qui per visitare la mia pagina Facebook ♠

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

16 thoughts on “Le Avventure di Prosdocimi – 1^ Episodio

    • Non credo alle mie orecchie: povera padrona? Ma povera cagnetta, vorrai dire, costretta a fare salti mortali per meritare la sua razioncina di crocchette e cotiche!

    • Caro Roberto, da bravo e fedele lettore hai tenuto fede alla massima che recita “Se vi è piaciuto ditelo agli altri, se non vi è piaciuto… ehm… non ditelo e basta”! A proposito: per caso hai la cravatta? Eh eh!!! Grazie di cuore da Prosdocimi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*