Finto cane eroe su Facebook e ubriaco si sveglia in ospizio: sono le News!

La foto di un povero cane ustionato fa il giro della rete, ma è una bufala; la seconda news è di un ragazzo ubriaco che si sveglia in un ospizio. Buona lettura!

Boom di condivisioni su Facebook per un povero cane ustionato. Era una bufala!

Finto cane - eroe su Facebook

Finto cane eroe su Facebook

      “Questo cane è rimasto ustionato e sfigurato nel tentativo di salvare la sua famiglia da un rogo in casa. Un like equivale a una preghiera, una condivisione invece a dieci”. Questo recitava il post di Stephen Roseman, utente Facebook che sul noto social ha pubblicato la foto di un cucciolo con ustioni gravissime. In realtà si trattava di un cane con una fetta di prosciutto sul muso, e ha intenerito ben 109 mila ignare persone che hanno condiviso l’immagine e frasi di sgomento.

      Fine ultimo dello “scherzo” è mettere in evidenza che il popolo del web è sovente incline al clic facile e senza spirito critico.

       E bravo Roseman che ha scoperto l’acqua calda! Fonte Tgcom24

Giovane si ubriaca e si risveglia in un ospizio

Giovane ubriaco si risveglia in ospizio

Giovane ubriaco si risveglia in ospizio

        Capodanno: quanti si sono svegliati con un leggero appannamento per le bevute, i festeggiamenti e l’ora tarda? C’è un ragazzo però che ha battuto tutti: ha bevuto talmente tanto che si è svegliato all’interno di un ospizio! Del giovane si sa solo nome di battesimo, cioè Jonny e ha postato su Twitter un messaggio accompagnato da varie foto che dimostrerebbero l’insolito posto in cui avrebbe dormito riverso sul pavimento.

     Uscito per una sigaretta, inoltre, al ritorno ha trovato chiusa la porta automatica, lasciando dentro i suoi effetti personali. “Sono uscito per fumare e non riesco a tornare dentro. C’è tutta la mia roba in quella che sembra una stanza comune per le nonne“, ha scritto. “Ieri sera mi sa che ero fuori di brutto“. Fonte: Backblog

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*