Come sostituire il burro in cucina in casi di intolleranza

Sostituire il burro in cucina in caso di intolleranza al lattosio o di scelte alimentari specifiche non è solo doveroso ma anche facile. Vediamo come fare
Come sostituire il burro in cucina in casi di intolleranza

Utilizzatissimo in cucina sia per piatti dolci che salati, il burro va talvolta sostituito a causa di disturbi alimentari, quali allergie o intolleranze ai latticini, o per semplice scelta alimentare. Le soluzioni, semplici e variegate, ce le suggerisce PrimoChet

  • Chi ha problemi di intolleranza al lattosio può sostituire il burro classico con quello senza lattosio o col burro vegetale, come ad esempio la margarina, che è peraltro molto gradita ai vegani. Ottimo anche l’olio di oliva, o extravergine di oliva, per cucinare carne o condire verdure.

Burro di Soia fatto in casa

  • Anche l’olio di semi può essere un valido sostituto del burro nella realizzazione di dolci: l’impasto risulterà molto morbido e lieviterà oltremodo, garantendo un gusto eccezionale e un sapore diverso dal solito.
  • Una dolce alternativa è la polpa di mela o di banana: basta farne un frullato nelle stesse dosi per sostituire il burro nella realizzazione dei dolci o su una fetta di pane accompagnata da latte o tè. Chi ama la frutta esotica, può utilizzare l’avocado e seguire il medesimo procedimento.Altri sostitutivi del burro sono:
  • la panna, sia liquida che montata
  • lo yogurt, soluzione light (125 grammi di yogurt equivalgono a 100 grammi di burro)
  • la ricotta che tra l’altro permette di impastare a mano in modo molto più semplice. Se necessiti di maggiore consistenza, prova ad aggiungere un uovo.
Precedente Accessori smart per dimagrire, un valido aiuto per perdere peso Successivo OROSCOPO DELLA SETTIMANA di Arry

Lascia un commento