Plumcake light alla vaniglia, delizia del palato e della linea

Plumcake light alla vaniglia, delizia del palato e della linea
Plumcake light alla vaniglia, delizia del palato e della linea

Da mangiare liberamente durante la giornata, il plumcake light alla vaniglia è una vera salvezza per chi ama sia i dolci che stare in forma

Ancora di salvezza per le ghiottone perennemente a dieta, il plumcake light alla vaniglia legittima la tua voglia di dolce senza inficiare la dieta. Delicato e morbido, contiene ingredienti naturali come la crusca d’avena e lo yogurt, e dura almeno 4 giorni se consumato in porzioni abbondanti.

Ingredienti

  • 4 cucchiai di crusca d’avena
  • 5 uova
  • 1 yogurt al naturale allo 0% di grassi
  • 6 cucchiai di latte scremato in polvere
  • 2 cucchiaini e mezzo di sucralosio liquido (o altro dolcificante equivalente a 150 g di zucchero)
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 1 bustina di vanillina

Ricette di dolci light

Esecuzione

    • preriscalda il forno a 200 gradi
    • sbatti le uova con il dolcificante
    • frulla la crusca d’avena e mescolala con il latte scremato in polvere
    • poco a poco aggiungi il tutto al composto di uova continuando a sbattere
    • infine aggiungi lo yogurt, il lievito e la vanillina
    • metti il tutto in uno stampo da plumcake
    • abbassa la temperatura del forno a 180 gradi
    • inforna per 35 minuti
    • prima di sfornare, controlla che il dolce sia sufficientemente cotto inserendo uno stuzzicadenti: deve uscire asciutto
    • volendo, puoi cospargerlo di cannella o cacao magro in polvere
    • buon appetito!

    Il sucralosio è un dolcificante artificiale conosciuto anche col nome di E955. Vero o falso? Rispondi al mio facile QUIZ e vincerai un bel premio 🎁 Gioca con me, coraggio!

    Da edenstyle

Pubblicato da Prosdocimi

L'autrice del blog é Prosdocimi, cagnolina cinica e mordace. Vive in Abruzzo insieme alla padrona, che tra un sollazzo e l'altro la ingozza di crocchette e cotiche. C'è anche il padrone, naturalmente. Ma lavora tanto e non c'è mai...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *