La Posta di Prosdocimi – Suor Daliso

LA POSTA DI PROSDOCIMI – SUOR DALISO

k9860911[1]

Nell’ultima avventura, la cagnolina Prosdocimi ci ha raccontato di quanto accaduto con la “mamma” all’interno del Mercatopoli. A tal proposito, la nostra amica Suor Daliso ha inviato un commento che necessita di ulteriori approfondimenti. Suor Daliso, infatti,  scrive:

“Ohhh…. che bello!!!!! Fa proprio sognare….. Hai visto cara Prosdocimi? Non è vero che mentire è peccato (non sempre, almeno). Sai cosa pensavo? Ho l’impressione che la tua mamma tragga enormi benefici dalla tua saggezza canina. Ora ti lascio e vado ad asciugare le lacrime a Giovanna che si è commossa (mi sta bagnando tutto il pc, harg!!!!). Grattini e cotichelle a te. S. Daliso & Giovanna”

Prosdocimi risponde:

Ciao amici, sono Prosdocimi, la cagnolina che sa come salvarsi dalla "smaterializzazione"... eh eh!

Carissima Suor Daliso, dici che mentire non sempre è peccato? Beh, io temo che ci sia uno spiacevole ‘qui quo qua’ perché, vedi, la mia padrona non ha mentito affatto quando ha raccontato alla biondona della sua conoscenza con Jonathan Sweet durante una cena, del patrimonio dissipato dalla ex moglie e di quanto costui fosse prostrato. Semmai ha mentito su tutto il resto… e vengo a spiegarmi meglio👇

Nell’episodio “Prosdocimi e Mercatopoli”, la mamma disse: “Conobbi Jonathan a una cena e rimasi impressionata dal suo stato malinconico. Cominciò a parlare e mi raccontò del suo infausto matrimonio prosciugatosi in due anni, esattamente come il suo conto in banca che l’ex moglie dilapidò. Vive solo e disperato, nel ricordo struggente del vostro perduto amore e nella prostrazione per averti persa!”.

Conoscendo bene la mia mamma e la sua inclinazione alla scelleratezza, quanto sopra va interpretato nel modo seguente: Me la spassai con Jonathan il tempo di una cena (quindi due ore circa). Seppi che non aveva il becco d’un quattrino perché l’ex moglie lo aveva pelato ben bene dei suoi miliardi, e ciò lo rese particolarmente frustrato, malinconico e terribilmente noioso. Per liberarmi di lui prima possibile e con la dovuta diplomazia, lo convinsi che l’ex moglie era solo una sgualdrina (…se lo dice lei!) e che sicuramente qualcuno al mondo lo amava. Non mi parlò affatto di te, anzi temo che non ricordi neanche il tuo nome, ma siccome sei l’unica papabile, che ne diresti di riprenderti quel piagnone spiantato e sfigato?”. Calza alla perfezione su una personalità come la sua, non credi?

Pertanto, dì pure a Giovanna di asciugare le sue lacrime: il romanticismo non si addice alla mamma esattamente come la saggezza canina non si addice a me, che vivo solo per lei e per i suoi polpacci da urlo, nonostante tutto! Grattini e cotichelle anche a te e a Giovanna 😍

Sul mio blog trovi molte categorie: GIOCHI, TEST, I racconti comici LE AVVENTURE DI PROSDOCIMI, NEWS, i racconti fantasy PROSD HORROR, QUIZ, CHAT, BENESSERE, RICETTE, ESILARANTI OROSCOPI e molto altro all’insegna del divertimento, e inoltre LE PILLOLE DELLA PADRONA, brevi racconti noir. Clicca su quella che t’interessa di più e buon divertimento 🤣

Pubblicato da Prosdocimi

L'autrice del blog é Prosdocimi, cagnolina cinica e mordace. Vive in Abruzzo insieme alla padrona, che tra un sollazzo e l'altro la ingozza di crocchette e cotiche. C'è anche il padrone, naturalmente. Ma lavora tanto e non c'è mai...

8 Risposte a “La Posta di Prosdocimi – Suor Daliso”

  1. Grazie Prosdocimi per aver precisato quanto tua mamma è cinica e per niente romantica ma, credimi, nessuno ne dubitava! Ti vogliamo bene!

    1. Cara Michela, ho dovuto sottolineare il cinismo di mamma perché fra i miei 25 visitatori unici potrebbe scapparci qualche sognatore che si rifiuta di crederlo, eh eh!
      Grattini e crocchette a te!

  2. Mah, sono credente in Dio, ma credo anche agli ufo anche se molti preti non vogliono ammettere che ci sia un popolo più evoluto dell’uomo… però credo più in una martellata che nella commozione di Giovanna 😀

    1. Cari amici dei miei amici (i miei amici sono gli animali e i loro amici siete voi, cioè:… ops… mi sono ingarbugliata! Comunque saluto tutti voi, animali e non!),
      mi pare che ci sia un po’ di confusione riguardo alla religione soprattutto se in relazione alla scienza o fanta-scienza, o Fanta-lemmon (uff!! Oggi incespico ovunque! Per fortuna non devo stare sul ponteggio con Giovanna…); comunque, tornando a Bomba (tale Clodoveo de Carolis, intimo amico di Giovanna, detto ‘er Bomba’ di cui si parla spesso e si torna spesso a lui per un singolare caso di andi-rivieni che… Harg!!! Oggi proprio non gira!): ‘alcuni preti’ è come dire ‘alcuni laici’; cosa vuol dire? Nulla! Alcuni hanno una concezione della vita di stampo medievale ed altri no (Gasp! Ma non poteva venirmi in mente prima in modo così semplice?); non voglio dire che una sia più rispettabile in confronto ad un’altra, sono solo opinioni differenti di differenti persone.
      Se me lo consentite oggi cambierei il menu di saluto:
      Nutella e solvente V.R. a tutti (non so voi ma io ne avrei proprio bisogno!)
      S. Daliso

      1. Cara amica dell’amica di mamma, il tuo pensiero pur se ingarbugliato, mi sembra piuttosto chiaro e sono certa che sia mamma che tutti gli amici degli amici, umani e non… urca… mi sono ingarbugliata anch’io… Comunque, tornando a bomba, ovvero quelle squisite delizie di pasticceria, rotonde con all’interno la crema o la cioccolata… urca… mi sono ingarbugliata di nuovo…
        Dicevo? Ah, già, delle opinioni che possono essere diverse ma tutte rispettabili! Sono assolutamente d’accordo con te, soprattutto se afferenti le confezioni di crocchette e cotiche, tutte diverse ma tutte rispettabili! Ho afferrato il punto o mi sono ingarbugliata ancora? Ah ah ah ah!
        Anche a te auguro Nutella e solvente (che notoriamente serve per diluire la Nutella)… urca… mi sono ingarbugliata ancora… eh eh!
        E allora, torno sul classico: Crocchette e Cotiche a te, cara Suor Daliso, e a Giovanna!!!!

  3. Ohhh… che ingenua sono…. Ho anche scambiato le lacrime di Giovanna per commozione mentre si era ‘solo’ data qualche martellata su un dito e lo scalpello le era caduto giù dal ponteggio….

    1. Sì, credo anch’io che le lacrime di Giovanna fossero di dolore e non di commozione: lei conosce benissimo la mia padrona e sa che non avrebbe mai mentito per un romanticismo che non le appartiene affatto!
      Cara Suor Daliso, la tua ingenuità nel male interpretare le lacrime di Giovanna è figlia della purezza che, si sa, avvicina al Paradiso. Pertanto, stai pur certa che ti gioverà!
      Crocchette e cotiche a te, alla Madre Superiora e a Giovanna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.