Il miele fa dimagrire: lo sostiene il nutrizionista Mike McInnes

Secondo lo studio del Dott. Mike McInnes, il miele fa dimagrire. Le proprietà benefiche di questo alimento tamponano la voglia di zucchero durante il giorno e bruciano i grassi la notte

il miele fa dimagrire

     Il miele è un alimento notoriamente molto zuccheroso, eppure secondo un esperto americano contribuisce a perdere peso se assunto la sera prima di andare a letto.

La scoperta arriva da un Medico Nutrizionista

     È quanto sostiene il nutrizionista Mike McInnes  che avrebbe scientificamente provato l’effetto salva linea di questa sostanza che, ingerita in modica quantità prima di coricarsi, sopprime il desiderio di zuccheri e brucia i grassi durante il sonno, favorendo così la perdita di peso. Grazie alla composizione naturale, il miele può sostituire lo zucchero raffinato nelle ricette e permette il consumo controllato dei dolci (da sempre nemici della dieta), sedando così i meccanismi del cervello che ne scatenano la voglia.

      “Un cervello affamato è un cervello stressato che invierà un cocktail di messaggi chimici per cercare di recuperare zuccheri da qualsiasi altra possibile fonte”, sostiene McInnes. Assunto la sera, pertanto, il miele possiede le giuste qualità per superare l’impasse,  riducendo lo stress notturno e favorendo il riposo.

Come assumerlo?

      Poche e semplici regole: una tazza di acqua calda al mattino con uno o due cucchiaini di miele al mattino e la sera, nell’ambito di un regime controllato che non contempli alimenti artificiali e trattati quali cibi fritti, patatine o bibite gassate.

Non tutti gli studiosi, però, sono d’accordo

       Va detto infatti che molti dietologi hanno sollevato forti dubbi in merito allo studio del Dott. McInnis, soprattutto se applicato a talune categorie come, ad esempio, i diabetici.

curcuma e miele alleati della dieta, sì o no?
Cliccami per saperne di più!

Fonte: today.it

Precedente Le cause dello strano sonno nel villaggio di Kalachi Successivo Polpette di zucca, deliziosa ricetta anche in versione vegan

Lascia un commento

*