Crea sito

Tutti i vantaggi e gli svantaggi della dieta del minestrone

Dieta del minestrone

Come funziona la dieta del minestrone, e quali sono i vantaggi e gli svantaggi? Ce lo spiega NotizieBenessere in un interessante articolo che ripropongo in sintesi. Buona lettura!

Perfetta per depurare l’organismo e ritrovare la forma dopo i periodi delle grandi abbuffate, la dieta del minestrone è anche un modo efficace per recuperare la linea prima dell’estate in quanto aiuta ad eliminare le tossine in eccesso.
Piatto caldo che soprattutto nei periodi invernali colora la tavola, il minestrone è il protagonista assoluto di questo regime alimentare che, essendo ipoproteico e poco equilibrato, può durare solo 7 giorni.
Come funziona?
Requisito fondamentale è utilizzare verdure o legumi freschi e di stagione, evitando – o limitando al massimo – i surgelati in busta. Oltre a ciò, fondamentale è bere molta acqua: almeno 1 litro al giorno, affiancata ad una leggera attività sportiva.
Come monitorare i risultati?
Conviene pesarsi il primo giorno e poi il quarto, e in caso di forte perdita di peso è bene aggiungere pasta, riso o fette biscottate al menù.
Funziona davvero?
Come tutte le diete dimagranti rapide, questo regime sicuramente fa perdere peso. Il rovescio della medaglia, però, è che essendo “lampo”, comporta grosse difficoltà nel mantenere il peso forma ritrovato. Vale a dire che se da un lato aiuta a disintossicare, dall’altro apporta un quantitativo di proteine, grassi e carboidrati sbilanciato oltremodo, che potrebbe procurare mal di testa e stanchezza. Ecco perché la Regola D’Oro che segue è fondamentale e imprescindibile!
Regola D’Oro da leggere attentamente:
Prima di abbracciare qualsiasi regime alimentare controllato (soprattutto in questo caso), è bene rivolgersi al proprio Medico di fiducia o a un bravo Nutrizionista per valutarne i pro e i contro, a seconda del proprio stato di salute, ok?

Dieta del minestrone: menù settimanale

Primo giorno

  • Colazione: frutta fresca, caffè o tè
  • Spuntino: succo
  • Pranzo: minestrone di verdure e un frutto
  • Spuntino: succo
  • Cena: minestrone di verdure e un frutto

Secondo giorno

  • Colazione: caffè
  • Spuntino: un frutto
  • Pranzo: minestrone e verdure al vapore o bollite
  • Spuntino: succo
  • Cena: minestrone e verdure

Terzo giorno

  • Colazione: frutta fresca, caffè o tè
  • Spuntino: succo
  • Pranzo: minestrone di legumi e verdure crude
  • Spuntino: succo
  • Cena: minestrone e verdure alla griglia

Quarto giorno

  • Colazione: frutta fresca, caffè o tè
  • Spuntino: succo
  • Pranzo: minestrone (qui la ricetta) e frutta fresca
  • Spuntino: succo
  • Cena: minestrone e ricotta o altro formaggio magro

Quinto giorno

  • Colazione: frutta fresca, caffè o tè
  • Spuntino: succo
  • Pranzo: pesce bianco al vapore (300 g) alla griglia o bollito e verdure
  • Spuntino: succo
  • Cena: minestrone e 150 g di pesce

Sesto giorno

  • Colazione: frutta fresca, caffè o tè
  • Spuntino: succo
  • Pranzo: bistecca ai ferri (300 g) e verdure
  • Spuntino: succo
  • Cena: minestrone e carne bianca (300 g)

Settimo giorno

  • Colazione: frutta fresca, caffè o tè
  • Spuntino: succo
  • Pranzo: minestrone con riso bollito e verdure
  • Spuntino: succo
  • Cena: minestrone di legumi e verdure
Pizza integrale
* Pizza integrale – ricetta facile e leggera *

Pubblicato da Prosdocimi

L'autrice del blog é Prosdocimi, cagnolina cinica e mordace. Vive in Abruzzo insieme alla padrona, che tra un sollazzo e l'altro la ingozza di crocchette e cotiche. C'è anche il padrone, naturalmente. Ma lavora tanto e non c'è mai...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *