Crea sito

Zuppa di cavolfiore e zucca alle noci

Perfetta per la stagione autunnale e invernale, questa zuppa ha i migliori ingredienti di stagione con le noci al posto dei classici crostini di pane, per un gusto insolito e una piacevole croccantezza. Prevede anche l’uso facoltativo della pasta (tubetti integrali, riso o farro) e richiede 15 minuti di preparazione e 30 di cottura

Zuppa di cavolfiore e zucca alle noci
Zuppa di cavolfiore e zucca alle noci

      Per rendere questo un piatto unico dal punto di vista nutrizionale puoi aggiungere anche della pasta: andranno benissimo dei tubetti integrali, per esempio, o riso, farro oppure orzo perlato.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1/2 cavolfiore
  • 2 patate
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 500 grammi di zucca pulita
  • brodo vegetale q.b. noci a piacere
  • olio extra vergine di oliva
  • parmigiano grattugiato a piacere
  • sale fino, pepe bianco o nero

Preparazione:

    • elimina il gambo e le foglie esterne del cavolfiore e poi taglialo a pezzetti
    • affetta la cipolla e il porro
    • riduci a cubetti tutte le altre verdure, quindi patate, zucca e carota
    • in una pentola fai scaldare dell’olio extra vergine di oliva e fai rosolare il porro tagliato a rondelle sottili
    • versa tutte le altre verdure, copri col brodo vegetale già caldo (preferibilmente fatto in casa) e aggiungi il sale
    • lascia cuocere a fuoco medio per una mezz’oretta, dopodiché frulla con un frullatore a immersione sino ad ottenere una vellutata cremosa e liscia
    • condisci col parmigiano grattugiato, aggiungi del buon olio extra vergine di oliva a crudo e un po’ di pepe
    • rompi le noci, e senza sbriciolarle troppo (così saranno più buone e croccanti) usale a mo’ di crostini
    • servi ben calda e buon appetito!
Dolce di zucca caffè e panna, goloso dessert farcito
Dolce di zucca caffè e panna, goloso dessert farcito

Da: primochef.haly

Pubblicato da Prosdocimi

L'autrice del blog é Prosdocimi, cagnolina cinica e mordace. Vive in Abruzzo insieme alla padrona, che tra un sollazzo e l'altro la ingozza di crocchette e cotiche. C'è anche il padrone, naturalmente. Ma lavora tanto e non c'è mai...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *