Autobus a caffè: viene da Londra un’idea assolutamente rivoluzionaria

Autobus a caffè: viene da Londra lʼinvenzione di un brillante 27enne per riutilizzare i fondi della nota bevanda e farne carburante. Già partiti i primi bus

Autobus a caffè: viene da Londra un'idea a dir poco rivoluzionaria

Quante cose si possono fare coi fondi del caffè?

Fondi per le maschere di bellezza o concime per piante, per leggere il futuro, e da oggi anche come carburante. Sono partiti da Londra infatti i primi bus che vanno proprio a caffè grazie all’invenzione di un brillante 27enne britannico. Si chiama Arthur Kay – cofondatore e chef executive della start-up Bio-bean – l’ingegnoso ideatore del processo per tirare fuori “olio di caffè” dagli scarti della bevanda più famosa al mondo.

Embè? Qualcuno si starà chiedendo 😉

Fatto sta che, aggiunta al tradizionale diesel, questa sostanza crea il B20, biometano in grado di far funzionare gli autobus londinesi.

Tante CURIOSITA’ sul CAFFE’. CLICCAMI!

Come è nata l’idea?

Era studente presso l’università di Londra quando Arthur Kay ha creato il carburante dei fondi di caffè, e grazie ai finanziamenti dell’azienda Shell, lo ha trasformato in realtà. “E’ un grande esempio di ciò che si può fare quando cominciamo a re-immaginare i rifiuti come una risorsa da sfruttare” ha riferito il giovane al London Evening Standard.

Quali sono i vantaggi?

Oltre a favorire il riciclo dei fondi di caffè, la straordinaria invenzione consente la limitazione delle emissioni di Co2 e un considerevole risparmio sul carburante, con effetti benefici sull’ambiente di non poco conto.  La Bio-bean ha prodotto finora 6.000 litri di olio di caffè, l’equivalente di 2,55 milioni di tazzine, sufficienti ad alimentare un autobus londinese per 12 mesi. Ed è solo l’inizio. Speriamo che anche l’Italia si adegui presto e adotti la novità britannica.

CAFFE’: News, Ricette, Curiosità e molto altro. CLICCAMI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*