PROSDOCIMI E “CURIOSANDO708090” – Comicità Vintage

PROSDOCIMI E “CURIOSANDO708090”

Prosdocimi va con la padrona a una festa vintage, e succederà di tutto. Breve, imperdibile racconto comico 🙂

       E’ in bagno da 3 ore. Chi? La mia padrona, naturalmente! E’ in seduta plenaria? Macché: si sta preparando per la mega festa di stasera presso la Discoteca “Studio 54” della città.

       Lo “Studio 54” chiuse al tramonto degli anni ‘80 e, collocato nel cassetto del passato insieme alle spalline giganti, le capigliature esagerate, l’hardcore del punk e tutto quanto racchiuso nella locuzione gentile e nostalgica “vintage”, è stato riaperto grazie all’ingegno di Franco.

prosdocimi e gli anni 80

      Franco è uno strano amico di mamma con l’hobby di rovistare fra gli archivi del passato e di proporre curiosità, foto musica e moda sul sito CURIOSANDO 70 80 90 a richiesta di un cospicuo numero di fan che lo segue da tutta Italia! Grazie al suo successo, ha ottenuto la riapertura straordinaria dello “Studio 54” per il raduno vintage di tutti i fan, obbligati nell’occasione a vestirsi a tema.

      Poteva mamma non approfittare di un’occasione così ghiotta per allargare la rosa dei non incravattati” con cui divertirsi? Neanche morta! Così, detto fatto: ha prenotato on line due biglietti e siccome babbo sarà impegnato in ufficio fino a tardi (beh, qualcuno in casa deve pur lavorare) ha deciso che dovrò accompagnarla io.

Non perderti l’EBOOK delle AVVENTURE DI PROSDOCIMI, 
la raccolta dei racconti migliori più 5 esilaranti INEDITI. 
CLICCA QUI a solo 1.99

          Lo Studio 54” pullula di John Travolta, Stephanie Mangano e Olivia Newton John, la musica dei Bee Gees va a tamburo battente e in pista regna il massimo della confusione. Tutti si divertono come matti con piroette e salti “pericolosi” (se non altro per le lombosciatalgie incipienti), mentre la padrona è impegnata in sala liscio ad organizzare un treno a 40 vagoni di cui sarà carrozza motrice 🙂

prosdocimi e gli anni 80

    Siamo nel pieno della festa vintage e il divertimento è a mille. Eppure qualcosa va storto…

     L’atmosfera è goliardica però c’è qualcuno che fa il furbetto: Simon Le Bon con la mano sfiora ripetutamente il posteriore di Olivia Newton John mentre balla col sorriso da diva stampato sulle labbra. Nonostante le occhiatacce di disapprovazione di lei, lui continua a infastidirla, trovando il gioco della mano morta oltremodo divertente.

   Entro allora in pista e ZAACCC, addento la mano di Simon Le Bon che, nel ritrarla, maldestramente colpisce il braccio di Olivia Newton John provocando la caduta della sua piccola borsa.

Non perderti l’EBOOK delle AVVENTURE DI PROSDOCIMI, 
la raccolta dei racconti migliori più 5 esilaranti INEDITI. 
CLICCA QUI a solo 1.99

       6294304-a-black-silhouette-of-a-dancing-woman-with-a-disco-ball-on-a-background[1] E qui c’è il colpo di scena! La borsa si apre riversando a terra tutto il contenuto: portamonete, sigarette, chiavi e (udite udite) collante per dentiere, rossetto “effetto lipostruttura garantito per tre ore” e spray anti-alitosi “uccidi-il-topo-morto”. Altro che diva hollywoodiana dal sorriso smagliante: non è che una mezza ciofeca imbrogliona.

     Smascherata e sbugiardata, Olivia molla un ceffone a Simon Le Bon che al contempo si becca pure il cazzotto di un punk di passaggio. Entra in gioco il buttafuori che sferra un sinistro al punk e spinge Cindy Lauper contro i biondoni dei Police… insomma una bella, intensa e classica rissa da discoteca, eh eh 🙂

Prosdocimi addenta Simon Le Bon e scatena una rissa in piena regola

Non perderti l’EBOOK delle AVVENTURE DI PROSDOCIMI, 
la raccolta dei racconti migliori più cinque esilaranti INEDITI. 
CLICCA QUI a solo 1.99

       Dopo una decina di minuti di fuoco, il DJ interrompe la musica mettendo fine allambaradan, e come per magia tutti si tranquillizzano e gli animi si placano. Franco chiede alla sicurezza di accompagnare Simon Le Bon fuori dal locale e l’allegria torna a regnare al ritmo di “You make me feel” di Sylvester.

       Tutto è bene ciò che finisce bene e ancora una volta ho meritato le mie crocchette e cotiche! E mamma? Beh, si è addormentata sul divano: trainare 40 “vagoni” sulla Transiberiana l’ha sfiancata, eh eh 🙂

Non perderti l’EBOOK delle AVVENTURE DI PROSDOCIMI, 
la raccolta dei racconti migliori più cinque esilaranti INEDITI. 
CLICCA QUI a solo 1.99

 

le scarpe da sballo by prosdocimievidenzaContinua il divertimento col siparietto “Le scarpe da sballo” CLICCA QUI 

Sul mio blog trovi tante CATEGORIE: TEST, NEWS, QUIZ, CHAT, OROSCOPO e molto altro all’insegna del divertimento, e inoltre LE PILLOLE DELLA PADRONA, brevi racconti drammatico – noir. Clicca su quella che t’interessa di più e buon divertimento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

14 thoughts on “PROSDOCIMI E “CURIOSANDO708090” – Comicità Vintage

  1. Ah, dunque ti chiami Prosdocimi, finalmente ti ho trovata. Indovina chi sono? …Simon Le Bon (ovviamente surrogato) ed ho giurato a me stesso che se ti prendo le crocchette e cotiche te le faccio mangiare da dove lo so io.

    • Ciao, sono Prosdocimi (ma non surrogata), e ha detto mamma che se ti prende, ci pensa lei a farti mangiare le crocchette e cotiche da dove sai tu, poi ti appende al lampadario e con una bella dose di frustate te le fa “restituire” una alla volta, piano piano, dalla bocca, per poi tappartela con uno dei suoi famosi cetrioli (se non sai cosa sono, ti consiglio di leggere l’Ep. n.15 della gogna e il piumino), e con gli altri cetrioli… beh, un po’ di fantasia e lo indovinerai!
      E’ stato un onore risponderti, caro Simon, e spero che continuerai a leggermi! Crocchette e grattini a te.

  2. Cara Prosdocimi, hai notato che molti commenti sono sul trenino fatto da tua madre? Ti sembra giusto?
    Io ti leggero’ sempre, crocchette e cotiche a te!

    • Sì, caro lettore, ho notato e mi sembra giusto: pensi che a qualcuno interessi il resto del racconto? Ah ah ah! Grazie della lettura e crocchette e cotiche anche a te.

  3. Ih ih ih ih, ih, che storia simpatica! La prox volta ci sarò anch’io al raduno, soprattutto per giocare con la locomotiva!

  4. Hihihihihihi…. esilarante!!!!! Ne ho fatto già una copia per Giovanna e quando esce dal confessionale gliela do!

    • Grazie per la collaborazione, cara Suor Daliso! Certo, mi auguro che Giovanna non confesserà tutti, ma proprio tutti i peccati commessi, altrimenti tra Pater Noster e Atti di Dolore temo che ne avrà per almeno una decina d’anni in quel confessionale! Ah hahahah!

  5. Mamma mia quante ne ha combinate questa volta la locomotiva… dovrebbe essere stato uno spasso assistere a tutto ciò 🙂

    • Eh sì, caro Roberto, sarebbe stato un vero spasso assistere! Eppure, di spettatori neanche l’ombra… forse perché erano tutti dentro i vagoni??? Eh eh!!!!

      • secondo me stavano prendendosi cura della povera mano di Simon Le Bon cercando di capire se le ferite derivavano dal morso di una piccola e adorabile cagnolina oppure dell’affilatissima dentiera di Olivia 😀

        • E no, caro Roberto, ti garantisco che gli spettatori non c’erano perché stavano tutti dentro i vagoni, e non di certo a prendersi cura della mano già “morta” di Simon Le Bon, ih ih!
          Immagino che quando parli di una “piccola e adorabile cagnolina” ti riferisci a me! Grazie, mio caro amico, mi sei proprio simpatico! Anzi, sai cosa faccio? Ti rendo co-protagonista di un mio prossimo racconto! Ti va l’idea, che ne dici?
          Bacioni e cotiche a te, eh eh!

Comments are closed.