Prosdocimi e Babbo Natale – 1^ parte

PROSDOCIMI E BABBO NATALE – 1^ Parte

Prosdocimi e la mamma sono in montagna per le vacanze di Natale in una baita solitaria inaccessibile, ma l’odiatissimo Babbo Natale incombe minaccioso sotto forma di pupazzo di neve. Scoppierà il finimondo e  la vendetta sarà atroce. Buona lettura e buon divertimento!

Immaginea

Prosdocimi e Babbo Natale – racconto comico

            E’ arrivato Natale con la sua magica atmosfera, le strenne, gli angioletti, l’albero, il Presepe… e purtroppo lui, il pezzo da 90 tanto venerato da grandi e piccini quanto odiato dalla sottoscritta: Babbo Natale!

         Davvero non capisco: come diavolo si può provare simpatia per un bontempone che con appena un mese di lavoro si permette una splendida baita al polo nord, slitte e renne ben nutrite? Quanto diavolo guadagnerà costui per fare un giretto intorno al mondo una volta l’anno? Sicuro che dietro l’aspetto paffuto e rassicurante non si nasconda un evasore fiscale in piena regola, arricchitosi con proventi non dichiarati al fisco?

      A quanto pare solo io mi pongo queste domande mentre tutto il resto del mondo lo accoglie in casa la sera della Vigilia con tanto di lettera d’invito e attesa trepidante a ridosso del camino.

      Mamma non è da meno, anzi gli ha persino dedicato un pupazzo di neve! Eh già, perché al momento ci troviamo in una piccola baita in montagna: io e lei sole, avvolte da una coltre di neve bianca e fitta che ci isola dal resto del mondo. Che meraviglia: nessun via vai di uomini, niente schiamazzi ma tanta quiete e pennichelle da sballo sul divano.

      Sarebbe tutto magico se non fosse per quel Babbo Natale di neve che campeggia all’esterno proprio sotto la finestra e che mamma ha acchittato con abito e cappello rossi, carota per naso, occhiali da neve e sacco sulle spalle. Posso sopportare la presenza di quel ciccioso fannullone davanti ai miei occhi a ogni ora?

        Per fortuna stamattina mamma mi dà l’occasione per rilassare il corpo e lo spirito: “Prosdy, ce ne andiamo sullo slittino tu ed io! Sei contenta?”. Veramente preferirei dormire – penso – ma la prospettiva di risparmiarmi quella tortura visiva qualche ora è troppo allettante.

      Immagine ebook   Sfodero il sorriso beota di circostanza e infilo vestitino di lana e guinzaglio con tanta solerzia da insospettirla “Caspita – esclama incredula – non vedi l’ora di andare a giocare

        No, mammina cara: non vedo l’ora di scappare da qui, e se è necessario mettimi pure stivali, sci e colbacco ma sbrighiamoci a uscire, maledizione!  

              Fine 1^ parte. Per leggere la 2^ parte, clicca qui 

Ehi, psss… a Natale regala la comicità di Prosdocimi e del suo EBOOK con la raccolta dei racconti migliori più 5 esilaranti INEDITI. CLICCA QUI a solo 1.99 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

2 thoughts on “Prosdocimi e Babbo Natale – 1^ parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*