Google Glass – Emotient, gli occhiali futuristici che leggono i sentimenti

Ultima trovata tecnologica nata in collaborazione con una Sturt Up americana: Google Glass – Emotient, gli occhiali in grado di leggere i sentimenti dell’interlocutore

Google Glass - Emotient, gli occhiali futuristici che leggono i sentimenti

Google Glass – Emotient, gli occhiali futuristici che leggono i sentimenti

Non riesci a capire se il progetto che hai appena presentato incontra il favore del capo? Oppure ti piacerebbe conoscere con certezza la reazione del partner dopo avergli parlato di matrimonio? Ebbene, i Google Glass fanno al tuo caso e ti aiuteranno a risolvere dubbi e incertezze.

Le espressioni facciali umane vengono interpretate da un software

In collaborazione con Emotient, Start Up americana nata nel 2012, arrivano gli occhiali futuristici della Apple che grazie a un nuovissimo software potranno vantare il “Sentiment Analysis Glassware” ovvero la capacità di interpretare le espressioni facciali umane.
Il nuovo e originalissimo software è capace di elaborare ben 19 diversi movimenti facciali attribuendo loro un generico sentimento di positività, negatività o neutralità; emozioni di sorpresa, paura, disgusto, disprezzo, gioia, frustrazione e confusione.

Il servizio però è troppo costoso e per il momento è riservato agli esosi Google Glass

Allo stato, i costi sono troppo alti e il servizio è momentaneamente limitato ai Google Glass, notoriamente rari e non per tutte le tasche. Emotient tuttavia sogna di analizzare i sentimenti umani attraverso qualsiasi dispositivo munito di fotocamera, sì da rendere il servizio accessibile a tutti.

Per chi è utile conoscere i sentimenti degli altri?

Applicabile soprattutto all’entertainment, l’idea rivoluzionaria è utile in tantissimi ambiti quali le ricerche di mercato, della salute e dell’educazione. E poi, vuoi mettere la soddisfazione di conoscere con certezza la reazione del collega d’ufficio quando gli dici che tu sei stato promosso e lui no?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*